Voglio fare un podcast…da dove parto? Il format

Format

Che formati esistono?? E quale é il piú adatto a me???


Ok, hai finalmente deciso che è tempo che il mondo senta la tua voce! Ci hai pensato, ragionato e ora sei pronto! E’ il momento di creare il tuo primo podcast!

E ora arriva il problema!!! Che tipo di podcast faccio??? Intervisto qualcuno o parlo da solo….?? E se poi non riesco??
Ecco che arriva in aiuto questo articolo (e il precedente), con un elenco di tipologie, i relativi esempi e alcuni pro e contro della scelta che stai per fare!

PS: sono ordinati dal piú semplice al piú complesso!

CHIACCHIERE e CONVERSAZIONE LIBERA

Il sogno di tanti: aprire il microfono e lasciare libera la fantasia! Chiacchiere a volontá! A volte serie, a volte  piú leggere. Su un singolo argomento o in completa libertá.

Vantaggi:

  1. Funziona bene sia da soli sia con altri speaker e ospiti: la chiacchiera ben fatta, funziona sempre! E sei in totale libertá e anarchia!
  2. Non devi prepararti un argomento e studiarlo a fondo: certo, per partire ci vuole qualcosa di cui parlare, ma nessuno pretende tu faccia una trattazione scientifica! Per cui, non sentirti legato!


Svantaggi:

  1. Funziona bene se siete molto affiatati (o, se sei da solo, se hai una grande personalitá): purtroppo a volte crediamo che le chiacchiere libere piacciano a tutti… sí, ma dipende come sono fatte! Non é per nulla semplici risultare divertenti e accattivanti parlando davanti a nessuno!
  2. Non é semplice individuare la tua nicchia di pubblico: non avendo un argomento preciso (o almeno nella maggior parte delle volte é cosí) non sai bene chi potrá essere il pubblico ideale con cui partire… tutti? Sí, ma tutti chi?
  3. L’editing potrebbe risultare complesso: dipende da quanto vuoi tenere di ció che viene detto. Ci sono alcuni che chiacchierano liberamente poi tagliano, conservando solo alcune parti e altri che tengono tutto. Quindi dipende molto da te: é sicuramente il meno complesso di questi formati!

Alcuni podcast da cui prendere esempio: Caffè Design. Sono in tre, sono designer e chiacchierano liberamente…! Da ascoltare!

INTERVISTA

Il formato che va per la maggiore in assoluto! Uno o piú ospiti diversi per ogni puntata, nella stessa location oppure a distanza!

Vantaggi:

  1. Devi prepararti le domande e studiare il personaggio: ma non devi preparare anche il singolo contenuto di ogni puntata. Con questo non dico che sia semplice, ma é sicuramente un lavoro diverso dal preparare tutto uno script di una narrazione.
  2. Fai leva sul pubblico dell’intervistato: sei hai la possibilitá di intervistare persone conosciute nei vari ambiti, puoi davvero allargare il tuo pubblico in breve tempo!! I tuoi ascoltatori saranno spesso diversi ogni puntata ma questo ti permetterá di crearti uno zoccolo duro di appassionati.


Svantaggi:

  1. Devi scendere a compromessi: probabilmente dovrai adattarti agli orari del tuo ospite, o raggiungerlo nel luogo in cui si trova. Essere flessibile e avere un minimo di spirito di adattamento ma il gioco vale la candela!
  2. Devi saper gestire vari tipi di input audio: sicuramente dovrai gestire due o piú microfoni, ma anche conversazioni registrate via Skype (oppure Hangout o GoToWebinar), ma saperti anche attrezzare con un minimo di studio mobile per intervistare i tuoi ospiti anche al di fuori del tuo studio!

Alcuni podcast da cui prendere esempio: Talent Bay, Italian Indie, Sognatori Svegli. Super interviste assicurate!

Photo by Jonathan Farber on Unsplash

EDUCATIONAL, FORMAZIONE, BIOGRAFIE

Anche se le tre cose non sono per forza accomunate, ció che condividono questi formati podcast sono la preparazione che vi é alle spalle e soprattutto il desiderio di informare, formare, ispirare ed educare. Insomma: miglioramento. Diciamo che piú che un formato é una missione. Ma mi sembrava doveroso citarle perché si differenziano dai formati precedenti per una cosa: DEVI STUDIARE!

Vantaggi:

  1. Offrendo contenuti di valore ti posizioni: acquisici autorevolezza verso i tuoi ascoltatori educandoli, formandoli e intrattenendoli con qualcosa di utile.
  2. Puoi vendere dei prodotti accessori: immagina di essere un consulente o un formatore… attraverso il podcast ti fai conoscere per attrarre persone ai tuoi corsi in aula, online o per vendere consulenze e servizi successivi!


Svantaggi:

  1. Devi aver studiato: qui non si scappa! Non puoi improvvisarti educatore, formatore o altro! I tuoi ascoltatori non sono fessi 🙂
  2. Devi prepararti ogni singola puntata: e intendo, nei minimi dettagli. Quando si fanno biografie c’é un grande lavoro di ricerca. Idem per le puntate di formazione. Insomma… preparati a leggere e fare ricerca!

Alcuni podcast da cui prendere esempio: Vendere Valore, Pillole di Business Podcast. Contenuti di valore a go-go!

Ancora indeciso sul formato per il tuo podcast? Continua a leggere o confrontati con altri podcaster come te! Entra nella Facebook Community di Podcasters piú attiva d’Italia!

NARRATIVO e DOCUMENTARIO

Siamo ufficialmente alla parte piú dura! Ma sono anche i prodotti audio che hanno probabilmente il lifetime value piú lungo, proprio per il lavoro che comportano!

Parliamo dei cosiddetti Narrative (o scripted podcast) e degli Audio Documentari.

Nel primo caso sono tutti i podcast che hanno una vera e propria sceneggiatura. Sono quelli che in Italia vengono anche chiamati “radiodrammi”. Tutte quelle narrazioni (non parliamo di audiolibri ma vere e proprie sceneggiature per l’audio) a una o piú voci che narrano una storia e non sempre in maniera lineare. E’ il genere che in America ha spopolato con “Serial”, “S-Town”, “EOS10” e tantissimi altri titoli di successo.

Il Documentario Audio é un vero e proprio prodotto giornalistico a tutti gli effetti con interviste, sopralluoghi, ricerca, documenti. Un reportage in piena regola, ma che si avvale dell’audio come strumento di diffusione. Sará fondamentale anche registrare i suoni in presa diretta, laddove é possibile e intervistare i personaggi o testimoni. Spesso anche con lunghi viaggi!

Vantaggi:

  1. Sono produzioni di alto livello: se realizzati bene sono davvero piacevoli e interessanti da ascoltare, si fanno conoscere e si diffondono facilmente per la loro qualitá.
  2. Permettono una grande creativitá: per gli amanti del montaggio, del sound design, dell’editing (siamo pochi, ma esistiamo anche noi) sono davvero una manna.


Svantaggi:

  1. Lunghi e complessi da realizzare: é necessario possedere una sceneggiatura, uno script o costruirne una. Non deve per forza essere lineare ma deve seguire l’evolversi degli eventi. Non c’é spazio per l’improvvisazione.
  2. A volte necessitano di speaker e attori professionisti: e questo puó essere un problema per i costi! Ma di certo il valore del prodotto finito aumenta di molto.
  3. Editing, Postproduzione, Sound Design: sono “la morte nera quanto” a dispendio di tempo ed energie. La pulizia del suono (nel podcast narrativo) é fondamentale, il sound design o anche solo l’acquisizione di suoni ambientali e registrazioni sul campo, non sono certo qualcosa di entry level. Ma si imparano e il risultato vale sempre lo sforzo!!!

Ecco alcuni esempi (sia realizzati professionalmente che da podcaster come noi):
Narrative Podcast realizzato in studio di registrazione con attori e sceneggiatori professionisti: La Casa nella Notte.
Audio Documentario (di altissimo livello!!) che possiamo considerare uno dei capostipiti di questo genere in Italia: Veleno.

Ecco alcuni esempi di narrative podcast realizzati a basso budget da podcaster come me e te:
Io Credo di Francesco Tassi, Be My Diary (della sottoscritta!) e La Stanza dello Scirocco di Basilio Santoro.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email
2018-FestivalPodcasting-0334-(2)

La community di Podcasters più grande d'Italia

In Podcast community Italia, troverai podcasters, produttori, tecnici, speaker, ma soprattutto appassionati della voce come strumento e opportunità di relazione. Nel gruppo, tutti insieme, ci aiutiamo nella realizzazione dei nostri podcast condividendo consigli, dubbi ed idee. Siamo nati nel 2018 dopo il primo festival del podcasting, con il desiderio di riportare online lo stesso spirito di collaborazione vissuto dal vivo. In breve tempo siamo diventati la community più grande ed attiva d’Italia e tutto questo grazie a persone come te, appassionati e curiosi che credono nel podcast e nelle sue opportunità. La community ti aspetta!

Lascia un commento

Leggi anche