‘Na Bedda Storia

nabeddapng

Ho passato la maggior parte della mia vita in radio, ma aldilàdelvetro.
Mi sono sempre protetto aldilàdelvetro.
Ho sempre mandato avanti gli altri aldilàdelvetro.
Ho sempre pensato di non essere all’altezza, aldilàdelvetro.
Ho sempre avuto paura di fallire, aldilàdelvetro.

Poi un giorno, nel mio cervello prende forma un martello frangivetro, sapete quello che si trova sui treni che serve per rompere i vetri dei finestroni in caso d’emergenza che è di colore rosso fuoco, lucidissimo, assolutamente desiderabile e che tu quando lo vedi ti dici, adesso lo frego e me lo porto a casa.

Eh forse sarebbe inutile no? A casa no credo ci siano vetri da rompere frequentemente, ma di solito ti viene da portare a casa anche i giochi che escono dalle patatine, o i sottobicchieri della birra che trovi nei Pub, e che poi butti via, senza mai averli utilizzati, figuriamoci un oggetto, pesante, utile, intatto e rosso fuoco. Ecco quel martello frangivetro un giorno in piena emergenza, io l’ho visto in un’inconcina di forma quadrata viola con due cerchi bianchi attorno a un microfono stilizzato bianco con una scritta sotto Podcast, l’ho preso e con tutte le mie forze ho fatto a pezzi quel cristallo che mi teneva perennemente aldilàdelvetro [efx vetro che si rompe].

Non sono gli occhi lo specchio dell’anima. E’ la voce.
Gli occhi possono tradire la voce no.
Con gli occhi possono dirti che ti amano, ma ascolta la loro voce [pausa] Ascoltala!
Dimmi se non è disappunto quello. Quella nota stridula che gratta le corde vocali. Che storpia una sillaba.
Uno sguardo spesso ti confonde, ma una voce no. È la musica che hai dentro.
E il rumore. [efx puntina che giro su disco in vinile]

Il mio nome è Basilio, ma mia madre mi ha sempre chiamato Basilizzu, come il nome dello scoglio che c’è tra Panarea e Stromboli.
Da piccolo volevo fare il ballerino, ma mio padre in siciliano diceva “ci manca sulu nu figghiu ballarinu”.
A 13 anni volevo fare lo chef, ma mio padre in dialetto diceva “ ‘nta cucina ci stà a fimminia“.
A 18 anni sono arrivate le radio libere, e mi sono messo a fare il disc jockey, mio padre si chiese “ma chiustu travagghiu è?”.
Poi a 40 anni ho incontrato il teatro e mi sono messo a fare l’attore. Mio padre non disse più nulla, scosse la testa e basta.

Ora sopra la mia apecar BEDDA, insieme a mia moglie Tiziana, faccio il ballerino, lo chef, il disc jockey e l’attore, farcendo panini [rigorosamente siciliani] raccontando storie.
E quando scendo dalla mia BEDDA, mi metto aldiquàdelvetro davanti al computer dietro al microfono e con i miei podcast racconto storie di Sicilia, di ballerini, di cibo, di radio, di umanità. E sono sicuro che ora, da lassù, mio padre sorride.




Mi chiamo Basilio Santoro adoro fare podcast, i miei li puoi trovare su fortune.fm e su Spreaker.com.
E ricorda come diceva Danny TD Lemon Novecento:

Non sei fregato veramente finché hai da parte una buona storia, e qualcuno a cui raccontarla

Ora vado, ma poi torno!

Ascolta i podcast di Basilio:
RadioLibera – AlDiLàDelVetro
Bookjokey
Memory Motel “Storie di Una Notte”
La Stanza dello Scirocco
Illogica Allegria

Ti é piaciuta la storia di Basilio? Vuoi conoscere altri podcaster come lui e scambiare idee e consigli??  Entra nella Facebook Community di Podcasters piú attiva d’Italia!

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email
2018-FestivalPodcasting-0334-(2)

La community di Podcasters più grande d'Italia

In Podcast community Italia, troverai podcasters, produttori, tecnici, speaker, ma soprattutto appassionati della voce come strumento e opportunità di relazione. Nel gruppo, tutti insieme, ci aiutiamo nella realizzazione dei nostri podcast condividendo consigli, dubbi ed idee. Siamo nati nel 2018 dopo il primo festival del podcasting, con il desiderio di riportare online lo stesso spirito di collaborazione vissuto dal vivo. In breve tempo siamo diventati la community più grande ed attiva d’Italia e tutto questo grazie a persone come te, appassionati e curiosi che credono nel podcast e nelle sue opportunità. La community ti aspetta!

Lascia un commento

Leggi anche