Misurarsi il podcast: Come leggere le statistiche di Spreaker

misurarsi

Le considerazioni generali questa volta le lasceremo alla fine, dopo aver valutato quali sono i dati che possiamo ricavare e come impiegarli.

Ogni piattaforma fornisce statistiche di tipo diverso e con criteri di raccolta leggermente diversi. In questo articolo abbiamo preso in analisi Spreaker, noto hosting per podcast. Se anche tu hai un podcast su Spreaker, questo articolo ti aiuterà a capire come leggere le statistiche di Spreaker per il tuo podcast.

ASCOLTI vs DOWNLOAD

La prima grande differenza da prendere in considerazione è la differenza tra ascolti e download.
Non lasciamoci ingannare dal termine: nonostante sia effettivamente possibile scaricare i podcast e ascoltarli senza connessione ad internet, non tutti i download sono effettivamente dei download veri e propri.

Secondo la documentazione ufficiale di Spreaker (puoi facilmente leggere la documentazione sul loro sito):

Content published on Spreaker can be accessed in two different ways:

  • On platform: content is consumed through a Spreaker-made application (the website or mobile apps). This gives the most measurement details and is also the only way to consume LIVE streams, which are reported as plays.
  • Off platform: when content is consumed through third party client listening apps (podcatchers). This can either be reported as a play (if the listening platform supports a reporting API) or a download.

Quindi, secondo quanto detto sopra:

Gli ASCOLTI sono quindi tutti i contenuti audio ascoltati sulle piattaforme di Spreaker (il sito web e le applicazione mobile di Spreaker). Sono conteggiati qui anche le live fatte dalla piattaforma di Spreaker.
Sono qui comprese anche tutte le app che usano i servizi di Spreaker per far ascoltare i contenuti audio (Youtube, ricondivisioni di Twitter e iHeart Radio).

I DOWNLOAD sono tutti i contenuti ascoltati tramite piattaforme diverse (Apple podcast apps, iTunes, Google Podcasts, Spotify, Overcast, Stitcher…per citarne giusto alcuni). Nella maggior parte dei casi queste applicazioni non utilizzano i servizi di Spreaker, ma semplicemente permettono di ascoltare i files, e quest’attività viene conteggiata come “download”.

C’è anche un altro possibile caso, quello degli ascolti non conteggiati.

Gli ASCOLTI NON CONTEGGIATI: generalmente ascolti derivanti da servizi come Soundcloud e Google Play non vengono conteggiati perché gestiscono il file in modo differente dagli altri e Spreaker non puó quindi accedere ai dati di download e inserirli nelle loro statistiche.

PLAY vs FINESTRA TEMPORALE

Per evitare comportamenti fraudolenti e tentativi di manomettere le statistiche di ascolto, Spreaker ha istituito una finestra temporale entro la quale, se uno stesso utente compie le medesime azioni in sequenza, queste vengono conteggiate come una sola azione. Ad esempio: ripetuti play dello stesso contenuto, oppure sequenza play/stop/play… ecc…
La finestra temporale è di un giorno.
Per saperne di più sulla finestra temporale puoi consultare l’help center.

DOPO QUANTO TEMPO DI ASCOLTO VIENE CONTEGGIATO UN PLAY?

Spreaker indica che il play viene conteggiato dopo 5 secondi di ascolto, esclusi i pre-roll (annunci pubblicitari inseriti all’inizio). Altri servizi come Spotify conteggiano i play dopo un differente numero di secondi.

Le statistiche fornite da Spreaker a seconda dei vari piani sottoscritti sono:

  1. Ascolti e Download: (vedi sopra)
  2. Mi piace: numero di “mi piace”ottenuti sulle piattaforme Spreaker
  3. Geolocalizzazione: provenienza geografica degli ascoltatori (a partire dal piano Broadcaster)
  4. Demografiche: range di età e sesso degli ascoltatori (solo a partire dal piano Anchorman)
  5. Sorgenti: fonti da cui il podcast è ascoltato (a partire dal piano Broadcaster)
  6. Dispositivi: tipologia di sistema operativo e sorgente (PC/mobile) (solo a partire dal piano Anchorman)
  7. Followers: numero di utenti che hanno cliccato su “Follow”

Hai un piano free o un piano Pro che però non comprende tutte queste statistiche? Vuoi provare i Piani PRO con le statistiche complete?? Segui questo link e ottieni un mese di prova gratuita su TUTTI i piani PRO di Spreaker!


QUINDI, HA SENSO MISURARSI IL PODCAST?

Da un lato il podcasting è stimolante, intrigante, sfidante… e molte altre cose che finiscono in -ante.
Dall’altro, se lo facciamo per un nostro tornaconto economico è fondamentale ottenere più informazioni possibili sulla nostra audience per studiare le giuste strategie.
Se lo facciamo per la gloria, è comunque importante sapere come vanno le cose per migliorare e raggiungere più pubblico possibile.
Quindi osservare e studiare le statistiche è fondamentale!

Effetti Collaterali

Controllare gli ascolti, i “mi piace”, i followers, le statistiche può diventare davvero una droga.
E credo sia una fase in cui siamo passati tutti, o magari la stiamo attraversando proprio ora.
Ma… a cosa servono 1000 ascolti in più se nessuno di questi si trasforma in un nostro potenziale cliente?
Cosa servono 1000 ascolti in più se poi nessuno di loro ci contatta personalmente o ci fa capire che ha gradito ed è pronto ad ascoltare altri nostri episodi?

Quello che voglio dire è: ascolti, followers, mi piace… sono le “vanity metrics” per eccellenza, tendono a creare un po’ di stress, e a volte toglierci il gusto per quello che stiamo facendo se non raggiungiamo i numeri che ci aspettiamo.
Quindi la mia modesta opinione è:

Statistiche? Si, solo se ci fanno diventare persone migliori.

Un podcaster stressato non è un buon podcaster. Un podcaster sereno e consapevole attirerà ascoltatori sereni e consapevoli 😉

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email
2018-FestivalPodcasting-0334-(2)

La community di Podcasters più grande d'Italia

In Podcast community Italia, troverai podcasters, produttori, tecnici, speaker, ma soprattutto appassionati della voce come strumento e opportunità di relazione. Nel gruppo, tutti insieme, ci aiutiamo nella realizzazione dei nostri podcast condividendo consigli, dubbi ed idee. Siamo nati nel 2018 dopo il primo festival del podcasting, con il desiderio di riportare online lo stesso spirito di collaborazione vissuto dal vivo. In breve tempo siamo diventati la community più grande ed attiva d’Italia e tutto questo grazie a persone come te, appassionati e curiosi che credono nel podcast e nelle sue opportunità. La community ti aspetta!

Lascia un commento

Leggi anche